AXA – Assicurazione responsabilità civile Imprese – regolamentazione speciale «Lavoro ridotto»

AXA – Assicurazione responsabilità civile Imprese – regolamentazione speciale «Lavoro ridotto»

Per le imprese che a seguito della pandemia di COVID-19 hanno dovuto annunciare il lavoro ridotto è stata adottata una regolamentazione speciale: all’atto della dichiarazione annuale possono detrarre l’indennità AD per il lavoro ridotto dall’ammontare dei salari lordi versati. In questo modo intendiamo sgravare finanziariamente le imprese coinvolte.

Via Broker Magazine • 26.06.2020

A causa delle misure di protezione contro la pandemia di COVID-19, molte imprese hanno dovuto interrompere totalmente o parzialmente la loro attività. Molte di loro si sono avvalse della possibilità di richiedere il lavoro ridotto per ricevere la relativa indennità dell’assicurazione contro la disoccupazione.

A seguito della chiusura delle aziende è cambiata la situazione di rischio nell’assicurazione responsabilità civile. Ad esempio, sono rimasti invariati i pericoli derivanti dal rischio impianti e in parte dal rischio prodotti, mentre è venuto a mancare del tutto o in parte il rischio d’esercizio.

Contratti con obbligo di conteggio

Per tenere debitamente conto di questa circostanza e alleggerire l’onere finanziario a carico delle imprese, all’atto della dichiarazione alla prossima scadenza principale facciamo un’eccezione. Abbiamo deciso che i clienti possono detrarre dall’ammontare dei salari lordi versati (salari AVS) l’indennità per lavoro ridotto dell’AD ricevuta in relazione con la pandemia di COVID-19. L’importo corrispondente all’indennità AD per il lavoro ridotto non è soggetto al pagamento del premio e non deve dunque essere dichiarato. A tale scopo, nella lettera di accompagnamento viene messo a disposizione dei clienti un foglio complementare da scaricare.

Contratti con premi fissi/forfetari

Per le polizze con premi fissi/forfetari non è possibile nessuna riduzione del premio, poiché non è previsto un conteggio definitivo dato l’ammontare del premio (fino a CHF 2000). D’altronde, anche i contratti con premi fissi o forfetari possono beneficiare nel corso della durata contrattuale della fissazione del premio (aumento delle cifre salariali/di crescita senza sovrappremio).